Sostieni la fondazione Casa di Carità
InstagramLinkedinYouTube

1° Maggio: quanto ne sappiamo?

1° Maggio: quanto ne sappiamo?

Primo maggio.... quest'anno l'ultimo giorno di pausa di una lunga serie, siamo da poco reduci da questa ricorrenza, ma quanto ne sappiamo davvero?
A volte è importante fermarsi a riflettere sul nostro passato...
Perché si festeggia proprio in questa data?

Nell'Ottocento i lavoratori rivendicavano una migliore vita lavorativa, primo tra tutti un ritmo di lavoro non massacrante, una giornata da 8 ore non da 12, all'insegna delle tre otto: otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire...
Era il 1° maggio del 1867 quando l'Illinois introduceva le legge che finalmente stabiliva le agognate 8 ore lavorative ogni giorno, ma la richiesta ufficiale per l'estensione del provvedimento a tutto il territorio americano arrivò solo nel 1886, la Federation of Organized Trades and Labour Unions indisse uno sciopero generale ad oltranza. A Chicago lo sciopero si trasformò in una protesta di tre giorni, manifestanti e polizia si scontrarono e alcuni manifestanti furono impiccati... passarono alla storia come i "Martiri di Chicago".

Dal primo maggio 1890 la Festa del Lavoro commemora quei martiri e oggi è riconosciuta in tutto il mondo.

In Italia, a Roma, ogni anno si organizza l'attesissimo Concertone del primo maggio, e anno dopo anno si aggiungono altre manifestazioni per ricordare la lotta operaia e per parlare di questioni scottanti: diritti dei lavoratori, morti sul lavoro, stipendi, contributi per assunzioni di particolari categorie, non solo musica quindi.

Ricordiamoci di ricordare, non pensiamo alle feste solo come un momento di relax, andiamo a riscoprirne il significato, meditiamoci, essere consapevoli ci rende migliori, sempre.

Per Approfondire
ScuolaZoo
QuiFinanza