Sostieni la fondazione Casa di Carità
InstagramLinkedinYouTube

Annunciare il Vangelo insegnando il lavoro

Annunciare il Vangelo insegnando il lavoro

Questa è la nostra sfida e la nostra impostazione pedagogica: realizzare la formazione non solo professionale, ma anche umana e religiosa proprio attraverso il conferimento
della professionalità.

La formazione professionale è lo strumento e il veicolo per elevare moralmente l'uomo, per proporre, o riproporre, l'annuncio evangelico perfettamente innestato nel messaggio dell'Oratorio Votivo: annunciare e il dichiarare non solo ai propri beneficiari (allievi e personale) ma anche a tutti quelli che vengono in rapporto con noi, senza distinzioni. (Unione catechisti)

In una mattina del 2001 ci lasciò don Giovanni Valorio, 68 anni, da 26 parroco di Ovada.

Due anni fa, a quindici dalla scomparsa, gli è stato intitolato il salone del santuario di San Paolo della Croce, in corso Italia, con una targa e una cerimonia condotta da don Giorgio Santi, suo successore nel ruolo di parroco della città. Grazie all’impegno di don Valorio i cittadini di Ovada possono contare sulla chiesa di San Paolo, iniziata nel 1984 e consacrata dieci anni dopo con stanze e salone sottostante. Un luogo di aggregazione, per incontri, cene, feste e spettacoli: proprio uno degli aspetti a cui don Valorio teneva di più.
La comunità parrocchiale ovadese ricorderà la sua figura nella serata di martedì 13 marzo, nel giorno nella celebrazione della Santa Messa delle 20,30 presso il Santuario di San Paolo della Croce. (AlessandriaNews)

Sotto la direzione di don Valorio, nel Centro dell’Oratorio Votivo si avviarono attività corsuali innovative in diversi settori produttivi e dei servizi rivolte ai giovani, senza tralasciare coloro che già avevano una occupazione. Don Valorio si adoperò per adeguare il Centro alle nuove realtà (basti pensare all’avvento dell’elettronica e dell’informatica e alle loro applicazioni nei contesti di lavoro).

Negli anni ‘90, l’ultima felice intuizione: le ulteriori complessità di gestione del Centro richieste dalle nuove leggi Regionali, unite alle sempre maggiori responsabilità pastorali,
portarono don Valorio alla ricerca di una soluzione che permettesse all’Oratorio Votivo di tenersi al passo con i tempi e a rafforzare la sua attività sul territorio ovadese.

Questa ricerca trovò nella Casa di Carità Arti e Mestieri di Torino le massime garanzie di affinità formative e spirituali e quindi si perfezionò il passaggio di gestione nel 1993. (Mazzarello, 1997)

Per ulteriori informazioni contattaci:
Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri Onlus
​"Oratorio Votivo"

Via A. Gramsci, 9 - Ovada (AL)

mail. ​​
centro.ovada@casadicarita.org

Condividi questa news Add to FaceBook Add to FaceBook