Sostieni la fondazione Casa di Carità
InstagramLinkedinYouTube

Torino - Corso Brin

Elementi di programmazione in linguaggio Phyton

Sede: 
Torino - Corso Brin
Fascia oraria: 
Serale
Destinatari del corso: 
Disoccupati inviati dai Centri per l'impiego
Occupati
Titolo di studio richiesto: 
Licenza Media
Dettagli: 

Per gli occupati con ISEE <= a €10.000, per gli inoccupati/disoccupati individuati dai servizi per l'impiego, per i lavoratori in cassa integrazione guadagni ordinaria, straordinaria e straordinaria in deroga e per i lavoratori in mobilità è prevista l’ESENZIONE TOTALE.

Aree Formative: 

Accoglienza
Programmazione Phyton

Risorse impiegate: 

PC con sistema operativo Windows 7 – Videoproiettore - LIM Epson EB480 - App Inventor: interfaccia grafica ed emulatore - Interazioni client utente - server MIT (Massachusetts Institute of Technology) CC Creative Commons – tablet/smatphone Android - Connessione Internet con linea Adsl 20MB/s

Orari: 

Le lezioni si svolgeranno in orario serale
3 ore settimanali (20.00÷23.00)

Inizio / Termine: 
Il corso avrà inizio non appena raggiunto il numero minimo di partecipanti (minimo 10 - max 16 persone)
Criteri di ammissione: 

E' possibile accedere al percorso solo se in possesso di competenze relative alla programmazione ovvero se si conosce almeno un linguaggio di programmazione.

E' previsto un incontro informativo per la presentazione del percorso.

Per coloro che non sono in grado di certificare il possesso dei prerequisiti richiesti è previsto un test di verifica preliminare.

Certificazione: 

Al termine del corso verrà rilasciato ai/alle partecipanti un attestato di frequenza.

Stato finanziamento: 
In attesa di approvazione
Data di aggiornamento: 
Lunedì, 30 Dicembre, 2019
Finanziamento / Patrocinio: 

Il Bando per la Formazione Continua a domanda individuale è destinato a:

1) lavoratori di imprese ed enti del Piemonte e lavoratori di imprese al di fuori del territorio regionale purché domiciliati nel territorio regionale;
2) persone inoccupate e/o disoccupate e lavoratori sospesi dal lavoro, individuati dai servizi per l’impiego;
3) lavoratori delle piccole e medie imprese della Provincia di Alessandria e dei piccoli Comuni della provincia.

Il Buono di partecipazione per i lavoratori può coprire al massimo l’80% del costo complessivo del corso.