Sostieni la fondazione Casa di Carità
InstagramLinkedinYouTube

Avigliana e Giaveno uniti per sperimentare le soft skills

Avigliana e Giaveno uniti per sperimentare le soft skills

Prosegue, nella seconda edizione, l'incontro tra i nostri due centri vicini di casa di Avigliana e Giaveno, finalizzato non solo a uno scambio di esperienze e buone prassi, ma soprattutto a offrire ai nostri allievi un'esperienza di riflessione e messa in atto dei valori di una formazione al lavoro non basata solo sul sapere, ma anche sul saper fare e sul saper essere. Iniziativa promossa e coordinata dalla Referente Regionale di Parità della nostra Fondazione, la professoressa Candida Virano, nelle vesti anche di docente del corso Prelavorativo, e dalla Referente di Parità del centro di Giaveno, professoressa Cristina Bacino. Protagonisti dell'incontro gli allievi della prima annualità del corso Prelavorativo di Avigliana e gli allievi del corso Operatore Socio Sanitario del centro di Giaveno.
Due i filoni tematici seguiti durante la giornata di incontro. Da un lato la ricerca e la riflessione sui valori che guidano i nostri allievi verso la professione a cui si stanno preparando: tema particolarmente significativo nel caso di un corso, come l'Oss, dove la motivazione personale all'assistenza alle persone in difficoltà è centrale. Tema che si è incrociato anche con le linee guida del percorso di pastorale di quest'anno formativo, legate alle scelte e alle rinunce necessarie per crescere: si cresce facendo delle scelte (imparando a tagliare i rami secchi) e si cresce rinunciando a qualcosa per il bene di tutti. Linee guida da sviluppare attraverso la testimonianza di volontari che hanno dedicato agli altri la propria vita, che possano raccontare quali valori guidano la loro scelta e le loro rinunce. Nel caso del nostro centro di Avigliana, oltre all'invito di associazioni come il "Centro di accoglienza alla vita" di Giaveno e "Turris eburnea", abbiamo proposto agli allievi del corso Prelavorativo due ricerche sul campo: una prima, in occasione della "Giornata internazionale della donna" dell'8 marzo, intervistando alcune professioniste sui valori alla base della loro attività; una seconda, in occasione della Pasqua, con questa vistita agli Operatori Socio Sanitari di Giaveno.
Secondo filone tematico la condivisione e il confronto sui percorsi di educazione alle Pari Opportunità seguiti nei nostri due centri, soffermandosi in particolare sui concetti di stereotipo, pregiudizio, professioni tradizionalmente maschili o femminili, diritti umani e l'attività di Amnesty International.
L'attività formativa si è svolta con la metodologia del lavoro a gruppi misti, dividendo gli allievi del Prelavorativo e dell'Oss in tavoli di riflessione con immagini e domande stimolo sui temi della libertà, del diritto alla riservatezza, della vocazione professionale, delle attitudini personali, della cooperazione, del rispetto delle diversità, dei diritti dell'infanzia. I frutti dei confronti sono confluiti in quattro cartelloni, rimasti due patrimonio del centro di Avigliana e due di quello di Giaveno. Ulteriore trait d'union tra i nostri due centri, la presenza di Giada, ex allieva dei corsi di Giaveno e oggi allieva di quelli di Avigliana.
Nel tradizionale scambio di presenti, gli allievi di Avigliana hanno donato a Giaveno alcuni cartelloni realizzati sulle tematiche della Pari Opportunità e in particolare sull'associazione Amnesty International; mentre gli allievi di Giaveno hanno organizzato il buffet di benvenuto.

Alla nostra fotogallery le immagini della giornata.